Home    Conti Deposito    Come aprire i conti deposito    Titoli di Stato    Risparmio Postale    Forex    Risparmio ed investimento    Domande e risposte    Contattaci

Funzionamento di un conto deposito

Funzionamento di un conto deposito
Per prima cosa bisogna ricordare che per poterne aprire uno, bisogna avere un conto corrente classico che dovrà servire come conto di appoggio e con il quale si eseguiranno le movimentazioni di denaro verso il conto deposito. I soldi si potranno versare nel conto deposito, sial libero che con vincolo, con bonifico,anche online, trasferendo la somma dal conto corrente a quello deposito. Per il prelievo, la procedura è uguale, solo in senso inverso, in questo modo sempre è possibile avere a disposizione il denaro versato nel deposito libero oppure procedere a aumentare la cifra depositata. Molte banche forniscono la possibilità sia di apertura che di gestione del conto libero anche online, aumentando così le possibilità di utilizzo, fornendo tutti i sistemi di sicurezza informatica adesso presenti.

Le tasse sul conto

Le tasse sul conto
Bisogna sempre valutare quali tasse incidono sul conto deposito, in modo da capire bene quale sia il reale tasso di interesse e quindi la cifra che realmente verremo a guadagnare. Con la Manovra finanziaria del 24 Febbraio 2012, sui conti deposito abbiamo una aliquota fiscale del 20% sugli interessi maturati (nel passato recente era del 27%); poi abbiamo una imposta di bollo in misura fissa del 34,20 € all’anno e una cosiddetta mini patrimoniale pari allo 0,10% dell’ammontare del deposito, diventerà lo 0,15% dal 2013. Bisogna dire che diverse banche, si accollano parte delle tasse, principalmente le imposte di bollo.

Le spese del conto libero

Le spese del conto libero
Non dimentichiamo mai di valutare le spese, infatti per capire quale è il reale rendimento e quindi il guadagno di un conto deposito, non dobbiamo limitarci a guardare il tasso lordo depurato dalle imposte, ma valutare anche le spese, che ridurranno ulteriormente il tasso netto. Poichè il conto deposito libero è quasi come un vero è proprio conto corrente, avrà dei costi di apertura e di gestione che saranno sia costi fissi, imposte di bollo, spese di tenuta conto forfettarie, spese di alimentazione conto, spese per la rendicontazione periodica, sia variabili, legate ai versamenti ed ai prelievi. Sempre più spesso, però le banche portano a zero queste spese, questo grazie alla concorrenza tra i vari istituti, e utilizzati per avere nuovi clienti. Come detto nel box precedente, poi abbiamo le tasse e imposte da valutare per avere il reale rendimento netto di un conto deposito libero o vincolato che sia.

<b>Sicurezza del conto deposito</b>Possiamo affermare che la scelta del conto deposito per investire i propri soldi si può considerare tra i meno rischiosi tra gli investimenti proposti dalle banche. Innanzi tutto il tasso è fisso, sia che il conto sia libero sia che presenti dei vincoli e quindi sarà sempre lo stesso per tutto il periodo di vincolo. In secondo luogo i conti sono tutelati dal Fondo Interbancario di Tutela deposito che assicura in caso di fallimento i correntisti, infatti tale conto risarcirà l’utente fino alla cifra massima di 100.000 €. Fondo che provvede in caso di fallimento della banca a risarcire il cliente/investitore fino ad una somma di 100.000 euro.
<b>Importanza del foglio informativo</b>Mai dimenticare di prelevare e leggere con attenzione il foglio informativo per ogni operazione bancaria e quindi anche per l’apertura di un conto deposito, libero o vincolato che sia. Infatti il foglio informativo fornisce tutte quelle notizie che non sono presenti nelle pagine pubblicitarie. Infatti per legge, le banche hanno l’obbligo di inserire tutte le informazioni in questo documento, e principalmente tutto quanto riguarda spese, tasse, imposte, tassi di rendimento, vincoli e possibilità di recesso. È importante avere conoscenza dei propri diritti oltre che dei doveri, specialmente quando si devono investire delle somme e quindi la trasparenza è fondamentale.

CONFRONTA IL RENDIMENTO
di 34 banche e 68 conti

Inserisci importo da investire

Mesi
Vincolato
Libero

Banche in elenco

BANCA CARIGE BANCA GENERALI
BANCA IFIS BANCA MARCHE
BANCA MEDIO CREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA BANCA MEDIOLANUM
BANCA POPOLARE DI VICENZA BANCA SAI
BANCA SELLA BANCA SISTEMA
BARCLAYS BCC ROMA - BANCA CREDITO COOPERATIVO
BCCFOR WEB - BANCA CREDITO COOPERATIVO FORNACETTE BNL - GRUPPO BNP PARIBAS
BPM - BANCA POPOLARE DI MILANO CARIPARMA - CREDIT AGRICOLE
CHE BANCA! CREDEM CREDITO EMILIANO
CREDITO VALTELLINESE DEUTSCHE BANK
DOLOMITI DIREKT -CASSA DI RISPARMIO DI BOLZANO FINDOMESTIC BANCA
FINECO BANK GRUPPO BANCO POPOLARE - YOUBANKING
IBL BANCA ING DIRECT
IWBANK MPS - MONTE DEI PASCHI DI SIENA
PRIVATBANK SANTANDER CONSUMER BANK
UNICREDIT UNIPOL BANCA
VENETO BANCA WEBANK

® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814

direzione@wps-srl.it